Tag Archive: arbitri

  1. Lo stile di una società

    Leave a Comment

    Sabato sera (19/10/2013) durante la trasmissione di sky, prepartita Milan – Udinese c’è stato un piccolo screzio tra Galliani e Boban, a proposito dei provvedimenti adottati dalla Società nei confronti di Balotelli e Mexes rei di tre e quattro giornate di squalifica per comportamenti sbagliati durante le partite disputate dai due Milan – Napoli il primo e Juventus – Milan il secondo.

    imageBoban chiedeva, anche da ex, quali provvedimenti avesse preso la società nei confronti dei due, forse rimembrando cose passate, e l’amministratore delegato Galliani, ha risposto piccato che sono cose che la gente non deve sapere, sono cose che riguardano la società e il calciatore.

    D’accordo, è anche vero che lo spogliatoio è sacro, ma purtroppo questi calciatori non sono nuovi ad episodi del genere.

    Io sono un tifoso, e sinceramente sono stufo di vedere questi due che ogni volta che giocano, la squadra rischia di rimanere in meno per le intolleranze di questi personaggi.

    Ricordiamo Ibraimovic contro la Fiorentina, la squadra vinceva e per un comportamento irriguardoso nei confronti dell’assistente fu espulso e la squadra soffrì le pene dell’inferno per portare il risultato a casa, il Milan era in corsa per lo scudetto. Per non parlare poi delle successive giornate che il Milan fu costretto a giocare senza di lui.

    Ora il Milan è costretto a giocare con giocatori di ruolo contati, vedi i centrali difensivi, vedi i vari infortuni del faraone e di Pazzini, ed in un momento di crisi come questo dove esiste una necessità di fare risultato per non essere risucchiati sulla parte destra della classifica, non sarebbe il caso che tutti si facessero un’assunzione di responsabilità e frenassero i bollenti spiriti.

    Capisco Boban, e la sua domanda a Galliani, e anch’io da tifoso se ne avessi avuto la possibilità avrei fatto lo stesso. Perché ritengo che certi giocatori, pur essendo dei campioni (vale per il solo Balotelli), non debbano essere tutelati dalla società ma puniti duramente per i loro comportamenti recidivi e deleteri per la squadra, per i compagni, per la società, per i tifosi e per centinaia di bambini che purtroppo si identificano in questi personaggi.

    Questi calciatori dovrebbero avere più rispetto per coloro che lavorano duramente per conquistare qualcosa, nel caso dei compagni di squadra un posto in squadra che non gli è garantito, e che non hanno la notorietà e di conseguenza lo stipendio che specie Mexes e Balotelli hanno.

    Rispetto per tutti coloro che si alzano all’alba per cercare di portare un pezzo di pane a casa, quindi il signor Galliani, essendo il massimo rappresentante della società Milan, deve pensare anche a questo invece di rispondere in quel modo ad una persona come Boban, che oltre ad essere stato un campione è stato ed è un campione di stile.

    Le società di calcio, come tutte le squadre, che siano di pallacanestro, di pallavolo e di altri sport, sono veicoli di immagine, quindi sarebbe opportuno che tutti coloro che ne fanno parte facciano in modo di dare esempi positivi a chi li guarda, li segue e ne fa alle volte degli idoli.

    Nicola Amandonico

  2. L’uomo nero

    Leave a Comment

    11 calciatori tutti in rosso, 11 calciatori tutti in blu, un uomo solo, vestito di nero, in mezzo a loro, su un prato verde, sembra quasi che stoni, ma invece è la persona più essenziale che si potesse trovare lì, in quel momento.

    Insieme a quella cosa rotonda è indispensabile per giocare, senza non lo si potrebbe fare.

    imageNei campionati minori, cioè sino alla categoria Esordienti, la Federazione non mette a disposizione l’uomo in nero, vuoi perché diminuiscono sempre più coloro che si immolano sull’altare di questo hobby, vuoi perché sarebbe educativo per i ragazzi vedere dirigenti, “avversari” dirigere una loro partita senza preferenze ma con entusiasmo positivo e soprattutto costruttivo.

    Ho detto sarebbe, poiché il più delle volte, anche nel calcio dei piccoli, come quello dei grandi, avvengono cose spiacevoli, fatti deplorevoli che nulla hanno a che fare con ciò che lo sport dovrebbe essere.

    Credo che tutti abbiamo assistito a corse sfrenate lungo la recinzione di genitori indemoniati che inveivano contro il malcapitato di turno che stava dirigendo l’incontro del figlio.

    Credo che tutti abbiamo assistito a litigi tra l’uomo nero e il Mister che non è d’accordo sulla decisione presa.

    Aggressioni verbali ma non solo, sono all’ordine del giorno, se si leggono i comunicati settimanali che la Federazione emette possiamo paragonarli senza timore a bollettini emessi da zone di guerra.

    Anni fa, durante una riunione tra allenatori, un commissario della sezione arbitri (un segnalinee che aveva fatto la serie A), ci implorò di rivedere i nostri comportamenti verso gli arbitri, pena il sempre più alto numero di rinunce da parte dei ragazzi che avevano, hanno intrapreso questa strada. Ci disse che stavamo, stiamo rischiando di non giocare più.

    Genitori a bordo campoMa non ultima, la considerazione, verso le società alle quali affidiamo i nostri figli, dalla quale pretendiamo il rispetto delle regole, e poi scopriamo che i propri tesserati hanno comportamenti discutibili verso gli arbitri, ma forse anche noi che assistiamo alle partite come genitori veniamo meno al rispetto di queste regole.

    Corriamo, ci arrabattiamo tutti i giorni con quello che le giornate ci riservano, ansia, stress, ci attanagliano continuamente, e ci fanno trascurare le cose più importanti.

    Almeno nei momenti che dovrebbero essere di relax cerchiamo di vivere serenamente, e trasmettere questa serenità ai nostri figli, che saranno più propensi a divertirsi con i loro coetanei e con coloro che fanno si che lo sport vada avanti…

    Nicola Amandonico

     

  3. Proposta di preparazione atletica per arbitri delle categorie dilettantistiche

    Leave a Comment

    Arbitri

    Volendo ampliare sempre più l’offerta di articoli, raccogliamo per la prima volta un contributo sicuramente interessante relativo a una proposta di preparazione atletica per arbitri di eccellenza e promozione.

    Sperando di poter attirare anche l’attenzione dei facenti parte il mondo arbitrale forniamo qui di seguito il link per scaricare il contenuto.

    [download id=”26578″ template=”Scarica qui!”]

    Vi informiamo inoltre che siamo sempre alla ricerca di autori che, tra le altre rubriche, abbiano il piacere di curare una sezione dedicata alla classe arbitrale a 360 gradi.

Mistermanager.it © 2021 - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy - Realizzazione siti internet www.christophermiani.it

In qualità di Affiliato Amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei