Serve davvero la match analysis?

L’elevato numero di professionisti “senza panchina” ha portato il calcio ad occupare una serie di assistenti all’allenatore che ne hanno aumentato esponenzialmente il lavoro aggiunto: ma serve davvero tutto questo lavoro?

Osservando il calcio di oggi, anche non da professionisti ma semplicemente da appassionati, ci rendiamo conto di una cosa importante: tutto il calcio, oggi, gira attorno all’analisi. Le immagini televisive negli intervalli delle gare, prima del calcio d’inizio e subito al termine della gara fanno si che analizzare ciò che accade sul rettangolo di gioco sia assolutamente un passaggio obbligato del calcio moderno.

Naturalmente tutto ciò che è conoscenza, non può essere definito in alcun modo inutile: l’elevato numero di professionisti, aggiunti agli strumenti attualmente a disposizione, permettono di effettuare una serie di scelte e considerazioni che nel calcio passato non potevano essere disponibili; quanto però è utile il lavoro che è stato svolto da questi tecnici per il risultato finale?

Probabilmente molto dipende dal contesto, perchè potrebbero palesarsi due situazioni clamorosamente inutili nell’analisi delle partite: da un lato potremmo avere una società con un team di professionisti poco competenti e poco avvezzi alle tecnologie a fronte di un team con disponibilità economiche elevate; dall’altro portemmo trovarci un team con poca potenza finanziaria ed un team di allenatori (che avranno un unico leader o manager, il primo allenatore) con la necessità e il desiderio di produrre una serie di analisi per ottenere i propri risultati.

Come in molti altri aspetti dello scouting moderno, la reale utilità della match analysis nasce dalla capacità del team di allenatori/professionisti innanzitutto a “vestire” l’analisi sulle esigenze del team (non solo sportive) per produrre dei documenti che siano completi ed interessanti non solo al team di allenatori, ma alla società intera.

cit: http://www.matchanalysis.it/serve-davvero-la-match-analysis/

Visite: 2218

Lascia un commento