Serie A 11 giornata: Lazio e Udinese in vetta..aspettando “giornate migliori”

In un week end funestato da temporali, alluvioni e purtroppo anche tragedie come quelle di Genova e Napoli, che hanno visto anche vittime, e che hanno fatto rinviare le due partite che si giocavano in queste due città (Genoa-Inter e Napoli-Juventus), ecco che si può finalmente parlare di calcio giocato….

SCULLI L'UOMO PROVVIDENZA PER LA LAZIO

In vetta adesso, aspettando la partita del San Paolo, adesso ci sono Udinese e Lazio, che hanno rispettivamente vinto 2-1 contro il Siena, e 1-0 contro il Parma. Ai friulani sono bastati meno di un minuto per passare a condurre con il ceco Basta, dopo un azione portata avanti da Di Natale e Floro Flores. Raddoppio che poi è arrivato con la sua stella Di Natale con un bel destro di mezzo esterno che non ha lasciato scampo al portiere senese. Per i toscani gol della bandiera di Bolzoni con un bel sinistro. La squadra di Reja ha sudato le cosiddette “sette camicie” per superare il Parma, in un match a due volti: primo tempo con molte azioni dei biancocelesti, che come accaduto molte sopratutto all’Olimpico quest’anno, hanno sciupato clamorosamente. Nella ripresa quando sembrava che gli emiliani potessero racimolare un punto preziosissimo, ecco che da un’azione splendida di Klose, è scaturito il gol partita di Sculli, che ha messo dentro sulla linea di porta, dopo un tiro di Kozac smorzato da Zaccardo. 

ROBINHO TRA I MIGLIORI DEL MILAN

Ad una sola lunghezza di distanza c’è il Milan, che dopo un periodo un pò negativo, è riuscito a racimolare la quinta vittoria di fila a San Siro, battendo un Catania, che veniva da una serie di 6 risultati utili consecutivi: match che non ha avuto storia: Ibra ha aperto il confronto su rigore per fallo su Robinho. Poi lo svedese si è trasformato in uomo assist permettendo a Robinho di raddoppiare, e poi essere protagonista dell’autorete di Lodi. Poi con Zambrotta, che ha approfittato una ribattuta di Andujar sulla punizione di Ibra, ha messo a segno la quarta rete. E’ risorto il Chievo e allo stesso tempo Mihajlovic, secondo alcune fonti sarebbe sul punto dell’esonero: questa è il liv motiv del Bentegodi. Sotto una pioggia battende, che ha reso il match molto difficile per entrambe le formazioni. Dopo un primo tempo praticamente nullo, ecco che il Chievo con Moscardelli in tre occasioni ha avuto la palla del vantaggio. Ci ha pensato Boruc con una papera a permettere a Rigoni di siglare il gol vittoria. Viola che non hanno avuto la forza di reagire. Al Cesena non è bastato il cambio di allenatore per far cambiare le cose: il Lecce al Manuzzi ha conquistato tre punti d’oro, grazie ad un contropiede letale di Cuadrado. Romagnoli comunuque assai sforunati, in un match nella quale non avevano meritato la sconfitta. Il solito Denis, ha mandato in visibilio l’Atleti d’Azzurri d’Italia, permettendo all’Atalanta di battere un tosto Cagliari, confermandosi squadra rivelazione del campionato. Dea che ha fatto vedere un bellissimo gioco, sopratutto sulle fasce con Schelotto e Bonaventura sempre pericolosi, e con El Tanque ormai una certezza lii davanti. Senza i punti di penalizzazione iniziali, i bergamaschi sarebbero adesso virtualmente tra le prime in classifica. 

L'ENTRATA DI BOJAN HA DATO LA SCOSSA ALLA ROMA

Sabato si sono giocati anche gli anticipi con la Roma che in serata ha battuto il Novara, grazie all’accoppiata Bojan-Osvaldo: sotto una pioggia battente e quasi incessante, i giallorossi hanno incontrato qualche difficoltà nel primo tempo, ma nella ripresa, con l’ingresso di Bojan, si sono sbloccati. Nel pomeriggio il Palermo ha confermato la legge del Barbera battendo il Bologna, con reti di Zahavi, Silvestre, e il redivivo Ilicic. Partita che ha messo di fronte la rivincita mancata da Pioli, che ha trascorso solo un mese con i rosanero, e Mangia che arrivato in sordina a sostituirlo è diventato il “beniamino” dei siciliani

RISULTATI DELLA GIORNATA

ATALANTA – CAGLIARI 1-0 80′ Denis

CESENA – LECCE 0-1 56′ Cuadrado

CHIEVO – FIORENTINA 1-0 66′ Rigoni

GENOA – INTER rinviata

LAZIO – PARMA 1-0 85′ Sculli

MILAN – CATANIA 4-0 7′ Ibrahimovic, 24′ Robinho, 69′ aut Lodi, 72′ Zambrotta

NAPOLI – JUVENTUS rinviata

NOVARA – ROMA 0-2 73′ Bojan, 76′ Osvaldo 

PALERMO – BOLOGNA 3-1  13′ Zahavi (P), 52′ Silvestre (P), 74′ Ilicic (P), 87′ Ramirez (B)

UDINESE – SIENA 2-1 2′ Basta (U), 64′ Di Natale (U), 77′ Bolzoni (S)

CLASSIFICA

Udinese e Lazio 21; Milan 20; Juventus 19; Palermo 16; Napoli, Roma e Catania 14; Siena e Cagliari 13; Atalanta, Genoa, Fiorentina, Chievo e Parma 12; Bologna 10; Inter e Lecce 8; Novara 7; Cesena 3.

-Genoa, Inter, Napoli e Juventus una gara in meno. Atalanta penalizzata di 6 punti.

Articolo scritto da Antonio Cupparo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *