Palermo, via Cosmi torna Delio Rossi

Zampa e Serse

Una vicenda che potrebbe fare tranquillamente concorrenza al fior fiore delle telenovelas sudamericane quella fra Zamparini, il Palermo e i “suoi” allenatori. Il vulcanico ed imprevedibile presidente del club rosanero ha cambiato idea un’altra volta, esonerando Serse Cosmi dopo la pesante sconfitta di ieri in campionato contro il Catania.

Fin qui nulla di sconvolgente conoscendo l’attitudine da “schiaccia-allenatori” di Zamparini, se non fosse che il suo sostituto sarà il suo stesso predecessore, tanto bistrattato e allontanato poco tempo fa senza gli onori riconosciutegli da tutta la tifoseria, Delio Rossi. Il mister romagnolo infatti era stato esonerato lo scorso 27 febbraio conseguentemente allo schiacciante 7-0 subito in casa contro l’Udinese, sconfitta che però ora è parsa probabilmente meno grave agli occhi del presidente rosanero che ha deciso di tornare mestamente sui suoi passi. Inoltre Serse Cosmi non era riuscito finora ad entrare nel cuore dei tifosi palermitani e la sconfitta contro il Catania nel sentitissimo derby regionale, è stata senza ombra di dubbio la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

In serata Delio Rossi era stato acclamato a gran voce da un gruppo di tifosi che avevano aspettato il pullman della squadra per protestare ed esprimere il proprio dissenso verso la deludente gara pomeridiana. Per il “mangiallenatori” Zamparini si è trattato di uno smacco troppo grande e considerando il non esaltante ruolino di marcia del tecnico (tre sconfitte ed una sola vittoria) era parso impossibile ai più che Cosmi potesse restare alla guida del Palermo.

Zamparini già nell’immediato post-gara aveva dichiarato senza mezzi termini: “Cosmi ha commesso errori da prima elementare. Già nel pre-gara ci eravamo scontrati perchè io non avevo minimamente compreso la sua scelta di togliere Pastore dalla formazione dei titolari. Abbiamo giocato male ed abbiamo fatto una bruttissima figura, considerando anche che si trattava del derby e che tutti i nostri tifosi ci tenevamo particolarmente. Mi dispiace per loro perchè so quanto fosse importante questa partita.”

Ultimo capitolo o soltanto ennesimo episodio della soap-opera più appassionante del calcio italiano?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *