Napoli, Mazzarri a De Laurentiis:”è stata grande stagione”

mazzarri
All’indomani della forte polemica innescata dal presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis, deluso dall’opaca prestazione della propria squadra a Lecce dove i partenopei sono stati sconfitti per 2-1, Mazzarri risponde più o meno direttamente alle accuse piovutegli addosso dalla società. L’ambiente azzurro è già in subbuglio da qualche giorno considerando le voci che si susseguono con forza riguardo un sempre più possibile addio da parte del tecnico toscano a fine stagione, probabilmente per accasarsi alla Juventus .
Il tecnico napoletano ha così dichiarato alla stampa: “Finora non ho mai pensato al mio futuro considerando che ho ancora un altro anno di contratto con il Napoli e solo a fine stagione ci siederemo per discutere di quello che accadrà il prossimo anno. Se è più coraggioso rimanere o andare via? Non lo so, dovreste chiederlo anche al presidente perchè la decisione verrà presa di comune accordo. Non ho ancora parlato a tu per tu con De Laurentiis e quindi per il momento mi tengo questa situazione “kafkiana” cercando di non pensarci e di concludere al meglio questa splendida stagione.” Mazzarri non condivide poi la delusione del presidente per la partita persa in Via del Mare e esprime così il suo dissenso: “Non ho il diritto di contestare le parole di De Laurentiis ma senza ombra di dubbio questa stagione è stata favolosa e ci sta che a fine anno la squadra sia stanca e vagamente appannata, non si può sempre vincere.”
Il tecnico partenopeo infatti commenta così la cocente sconfitta di ieri contro la squadra pugliese: “Siamo stati ingenui e probabilmente la tensione agonistica è calata in maniera troppo evidente durante la gara, il gioco c’è stato ma non siamo più riusciti a concludere in porta in maniera efficiente. Abbiamo fatto la solita partita forse siamo semplicemente un pò stanchi, le voci riguardo un mio possibile addio non stanno minimamente condizionando la squadra. Cavani probabilmente è un pò stanco, ci teneva molto a vincere la classifica cannonieri e probabilmente ciò gli ha causato un pò di nervosismo. Io ho semplicemente detto che voglio aspettare che finisca il campionato prima di sedermi ad un tavolo col presidente per parlare del mio futuro, lo fanno quasi tutti gli allenatori e nessuno ci trova nulla di strano, mentre con me si è scatenato un clamore inverosimile. Le richieste è ovvio che ci siano ma per ora non c’è niente in ballo.” Storia di un amore idilliaco arrivato improvvisamente al capolinea o crisi apparente che si concluderà con un lieto fine?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *