Milan, Allegri: “Lo Scudetto è vicino”

all
è quasi tempo di bilanci per le squadre coinvolte nel campionato italiano, soprattutto per il Milan che si appresta a festeggiare il tanto bramato Scudetto probabilmente con qualche giornata d’anticipo. Massimiliano Allegri è raggiante ed ammette senza mezzi termini: “è vero se l’Inter domani viene bloccata in casa dal Cesena potremo festeggiare lo Scudetto con tre giornate d’anticipo, un sogno e una grande soddisfazione per noi. Per ora però non vogliamo pensare a quest’ipotesi rosea e ci teniamo a rimanere ben concentrati, al fine di vincere nello scontro che ci vedrà contrapposti ad un Bologna ferito e pur sempre pericoloso. Se non festeggeremo questa domenica lo faremo la prossima ne sono certo.”
 
 Il tecnico rossonero riesce a trattenere a stento la felicità in conferenza stampa, anche se ci tiene a ricordare a tutti che ancora non è stato vinto nulla in maniera ufficiale e che quindi è d’obbligo restare con i piedi per terra: “Non voglio che i miei giocatori affrontino le partite sentendosi già i trofei in tasca, sia per rispetto dell’avversario sia perchè nel calcio si sa tutto è possibile e non voglio che qualche colpo di scena improvviso ci rovini la festa. Per ora siamo in ballo per Scudetto e Coppa Italia, ma parleremo di successi e trionfi soltanto quando sarà tutto finito, magari davanti ad un bel bicchiere di vino..” Allegri scherza pur mantendosi concentrato e razionale, anche quando i giornalisti in sala gli fanno notare che seppur a livello italiano quest’anno il Milan sia “risbocciato”, a livello europeo la strada sia ancora lunga: “Credo che anche quest’anno avremmo potuto fare bene in Champions League, purtroppo ci hanno penalizzato alcuni infortuni ed un pò di malasorte. Il prossimo anno senza dubbio ci rinforzeremo ulteriormente e con ogni probabilità riusciremo a dire la nostra in Europa fino alla fine.”
 
 Il futuro infatti è già dietro l’angolo, come anche il talentuoso Ganso, che pare sia sempre più intenzionato a firmare per il club rossonero. Se tutto andrà in porto come preventivato ed immaginato fino ad ora, l’esordio per Allegri alla guida di una grande squadra come il Milan sarà giudicato da tutti, forse anche dai suoi detrattori iniziali, come assolutamente positivo. Anche in Italia è iniziato un nuovo ciclo di allenatori “alla Guardiola?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *