Manchester vicino a Londra ora più che mai

Logo Red Devils

Sprecone, lezioso e con troppa sufficienza sotto porta, cinico, caparbio, insuperabile.
Questo è il Manchester diviso tra primo e secondo tempo, ma comunque sia partita dominata dall’ inizio alla fine e se nel primo tempo dopo 5-6 palle gol è mancata la rete, sono bastati due minuti del secondo tempo per mettere fine ai sogni di gloria della squadra di Gelsenkirchen.

Parte bene lo Schalke, che per i primi 10 minuti mette la cattiveria e la determinazione giusta, dando quasi l’ impressione di poter mettere in difficoltà i Red Devils nell’ arco dei 90 minuti. Cosa che non accade perchè è subito il Manchester ad avere delle occasioni importanti soprattutto con El Chicharito ma anche con i vari Rooney e Giggs, che però sbattono contro un muro insormontabile come il portiere dei Royal Blues, Neuer.

Il portierone deve però arrendersi al 66′ minuto, alla solita magia di Rooney, che prima con una doppia finta, poi con un tocco in profondità per l’ inserimento dell’ immortale Giggs, elude la difesa dello Schalke, facile poi per Giggs appoggiare in rete davanti a Neuer. 2 minuti più tardi è invece Hernandez a fornire a Rooney un assist al bacio, che con una rasoiata di prima batte il portiere della squadra locale.

I venti minuti finali sono pura accademia per i Red Devils, che mantengono i 2 gol di vantaggio.
Ora possiamo dirlo, il Manchester nell’ edizione della Champions League 2010/2011 non ha subìto gol in trasferta, per Edwin Van Der Sar è la cinquantesima partita in Champions senza subire reti.

Chissà se dopo questa sera i rimpianti dell’ Inter saranno un pò placati, non tanto per lo Schalke, ma perchè affrontare una squadra come lo United in questo momento, è veramente roba da Barça o Real…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *