Liga Spagnola 16a giornata: Si rialza il Real, affonda il Villareal, si conferma il Valencia tra gli “umani”

COPERTINA

 

IL PUNTO DELLA 16a GIORNATA DI LIGA

Nel fine settimana in cui il Barcellona si è laureato campione del mondo per club strapazzando il Santos di Neymar, il Real Madrid ha reagito subito alla sconfitta nel “Clasico” nella precedente settimana. Le Merengues hanno praticamente distrutto il Siviglia al Ramòn Sànchez Pizjuan con un punteggio tennistico (2-6) lo stesso risultato che gli aveva inflitto lo scorso maggio. E come in quella occasione il protagonista è stato Cristiano Ronaldo, che dopo la deludente prestazione contro il Barcellona, si è riscattato: proprio Cr7 ha aperto “il set match” dopo 10′ con un tocco sotto misura dopo l’ennesimo assist nel campionato di Di Maria. Poco dopo il Siviglia ha avuto l’occasione per pareggiare, ma Casillas si è superato salvando alla grande sul tiro a botta sicura di Manu Del Moral. Il Real ha comunque continuato a macinare gioco, e ha controllato il match nel modo più totale. A sinistra Marcelo è stato devastante, ma sopratutto Di Maria ha dimostrato si essere uno di quei campioni che ti fanno risolvere certe partite: splendido l’assist (l’ennesimo) per il baby Callejon ( si ancora lui) che ha dimostrato ancora di essere letale sotto porta. Poco prima della fine del tempo ancora Ronaldo con un imparabile destro dei suoi da trenta metri, ha chiuso virtualmente la partita, esultando in un modo rabbioso e scaricando tutta la tensione del dopo “clasico”. Il Real ha anche i suoi punti deboli, uno fra tutti Pepe, che per l’ennesima volta con una brutta gomitata a Negredo, ha lasciato i suoi in dieci. Mourinho in inferiorità numerica, non si è scoperto più di tanto e si è limitato a controllare, ma nonostante qualche pericolo creato dagli andalusi, è arrivato il quarto gol, con Di Maria, questa volta in versione bomber, su assist di Benzema. Poco dopo Jesus Navas ha trovato la rete della bandiera con un bel diagonale di destro Manu De Moral ad un quarto d’ora dalla fine ha ristabilito la parità numerica facendosi espellere, per un brutto fallo su Albiol. Nel finale c’è stato comunque spazio per altre marcature: il Real si è porta tosull’1-6, grazie ad un rigore di Ronaldo e al primo centro con la maglia blanca del turco Altintop, ben servito da Xabi Alonso. Nel recupero c’è stato infine il gol del Siviglia con Negredo che ha chiuso definitavamente i giochi. Il Real adesso con questi tre punti, ha un vantaggio di tre lunghezze sul Barcellona, anche se certamente ancora c’è il forte rammarico se si pensa a come sia andato il Clasico. Alle spalle delle due “grandi” si è confermato terzo il Valencia di Unai Emery, che al Mestalla ha sconfitto 2-0 un Malaga che ha mancato per l’ennesima volta di agganciarsi al treno “Champions”: a decidere il match è stato ancora una volta Soldado, autore di una doppietta di buona fattura, in particolare la seconda rete, realizzata con un bel tiro al volo. Non sarà un buon periodo di festività invece per l’Atletico Madrid, e il Villareal: i madrileni, che sfideranno la Lazio in Epl, sono crollati in casa contro il Betis Siviglia sotto i colpi di Pozuelo e Santa Cruz, con il paraguainano che nel recupero ha approfittato di una papera collettiva della difesa dei colchoneros. Andalusi che sono sembrati ritornare la squadra di inizio campionato, molto ordinata e attenta, pronta a colpire. Sempre più a rischio la panchina di Manzano, con il nome di Felipe Scolari che sembra il candidato principale per la successione. Il Villareal invece, malgrado abbia recuperato parecchi titolari (a parte Pepito) ha continuato ancora a perdere, questa volta lo fa a Pamplona sul campo dell’Osasuna: il Sottomarino Giallo era pure passato in vantaggio con la rete di Marco Ruben, poi i seguenti gol di Baldè e Sergio hanno regalato i tre punti ai padroni di casa, che si sono collocati al quinto posto in classifica. Ha vinto il Bilbao, 2-1 interno ai danni di un Saragozza sempre più ultimo e candidato alla Segunda Division, con le reti di Susaeta e Toquero, ed è in ascesa anche l’Espanyol, vittorioso 2-1 a Gijòn: in gol il giovanissimo Thievy alla prima marcatura nella Liga. Il Getafe con una doppietta di Barrada dopo un anno ha finalmente ritrovato la vittoria fuori dalle mura amiche (1-2 sul campo del Maiorca), mentre il Granada ha battuto sempre per 2-1 la sorpresa Levante, fermo a quota ventinove punti, e che passerà comunque le vacanze in zona Champions. Ha chiuso la 16a giornata un bruttissimo 0-0 tra Racing Santander e Real Sociedad.

IL PODIO

RISULTATI

Maiorca-Getafe 1-2

Sporting Gijon-Espanyol 1-2

Athletic Bilbao-Real Saragozza 2-1

Siviglia-Real Madrid 2-6

Atletico Madrid-Betis 0-2

Granada-Levante 2-1

Osasuna-Villarreal 2-1

Racing Santander-Real Sociedad 0-0

Valencia-Malaga 2-0

CLASSIFICA

 

Classifica 2011-2012

Pti

G

V

N

P

GF

GS

DR

1.

 Real Madrid

40

16

13

1

2

56

15

+41

2.

 Barcellona

37

16

11

4

1

50

8

+42

3.

 Valencia

33

16

10

3

3

26

16

+10

4.

 Levante

29

16

9

2

5

25

19

+6

5.

 Osasuna

25

16

6

7

3

21

28

-7

6.

 Siviglia

24

16

6

6

4

18

17

+1

7.

 Málaga

24

16

7

3

6

20

22

-2

8.

 Espanyol

23

16

7

2

7

17

20

-3

9.

 Athletic Bilbao

22

16

5

7

4

23

19

+4

10.

 Atlético Madrid

19

16

5

4

7

23

27

-4

11.

 Betis Siviglia

19

16

6

1

9

17

22

-5

12.

 Getafe

19

16

5

4

7

17

23

-6

13.

 Granada

19

16

5

4

7

10

16

-6

14.

 Maiorca

18

16

4

6

6

15

22

-7

15.

 Real Sociedad

17

16

4

5

7

16

23

-7

16.

 Rayo Vallecano

16

16

4

4

8

17

25

-8

17.

 Villarreal

15

16

3

6

7

13

23

-10

18.

 Sporting Gijón

15

16

4

3

9

16

27

-11

19.

 Racing Santander

14

16

2

8

6

11

21

-10

20.

 Real Saragozza

10

16

2

4

10

13

31

-18

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *