Il Napoli non si ferma: ora è a -3 dal Milan

Il Napoli e tutta una città intera continuano a sognare e a far sognare grazie ad un giocatore che, a soli 24 anni e al suo primo anno di militanza in squadra, è stato già in grado di entrare nella storia. Erano infatti 78 anni che nessun giocatore partenopeo segnava così tanto in campionato e grazie alla sua doppietta di ieri sera oltre il record battuto da Cavani è stato sfatato anche un altro tabù: il Napoli è finalmente riuscito a vincere al San Paolo contro il Cagliari, fatto che non accadeva da qualche anno.

Notte da record (stabilito anche quello di De Sanctis per quanto concerne l’imbattibilità interna) ma soprattutto una notte di festa per tutti i tifosi accorsi allo stadio, che hanno sofferto guardando la gara ma che alla fine sono andati via raggianti e con in testa un’idea sola: “Mancano otto partite si può veramente sognare!” Il sogno Scudetto non appare neanche così irrealizzabile, almeno rifacendosi alla classifica, considerando che il Napoli è a soli 3 punti dal Milan e che dista un punto soltanto dall’Inter, seconda nella graduatoria, e considerando che in squadra ha l’uomo dei record. Edinson Cavani infatti ha segnato il suo 22° goal in questo campionato entrando quindi a pieni titoli nella storia della società campana, eguagliando le reti messe a segno ben 78 anni fa da Antonio Vojak e meravigliando ancora tutti con la sua umiltà ed il suo spirito di sacrificio.

Così ha dichiarato “El Matador” ai microfoni di Sky dopo essere stato eletto uomo partita: “Questa mia doppietta è importantissima soprattutto per il bene della squadra, perchè ci ha permesso di vincere e di fare un ulteriore salto in avanti in classifica. Sono molto felice per il Napoli, siamo una squadra che merita quello che le sta accadendo perchè ci impegnamo duramente durante la settimana e con grande dedizione. Sappiamo che continuando a credere in noi ed al lavoro che facciamo è possibile anche continuare a credere nel sogno Scudetto.” Siamo certi che tutta Napoli farà eco al suo beniamino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *