Il Milan sale al comando, Jovetic acciuffa il pareggio, Chievo batte un Cagliari in fase calante

serie a 2011 2012

 

Nocerino e Ibrahimovic hanno regalano la vittoria al Milan contro il Siena e la vetta solitaria della classifica in attesa dei risultati di Juventus e Udinese. I toscani di Sannino hanno retto solo un tempo, poi nella ripresa è emersa la maggior qualità tecnica dei rossoneri.

Nei primi minuti il Siena ha provato a mettere paura ai rossoneri in contropiede con Reginaldo. Al 17′ Ibrahimovic di prepotenza ha alzato sulla traversa, pochi minuti dopo i campioni d’Italia in carica sono
andati di nuovo vicini al vantaggio con una percussione di Boateng su cui ha salvatio Brkic. Brivido per Allegri al 23′, con una clamorosa occasione sciupata da Bolzoni che a tu per tu con Amelia che ha messo a lato di pochissimo. Ci pensato Nocerino a sbloccare il risultato nella ripresa: corner di Seedorf, Robinho ha servito al limite dell’area l’ex Palermo che ha battuto Brkic . La partita si è fatta poi in discesa per il Milan e il raddoppio non si è fatto attendere: il portiere croato dei senesi ha atterrato Boateng al 17′, e Bergonzi ha dato il rigore (il contatto un pò dubbio). Ibrahimovic si è incaricato della trasformazione, e non ha sbagliato. Si è fatto vedere pure  Pato, che ha sfiora il tris rossonero al 25′ e al 27′. Gloria pure per Amelia, che al 35′ ha blindato la sua porta  rispondendo alla grande su un colpo di testa di Bolzoni. Allegri ha incassato i tre punti e adesso si gode la vetta solitaria, almeno per questa sera. La situazione del Siena, fermo al quart’ultimo posto con 14 punti, si è fatta sempre più pericolosa.

 

Fiorentina e Atalanta si sono divise la posta al termine di una partita dal finale degno di un thriller. Sotto di una rete a 9 minuti dalla fine, i bergamaschi hanno rischiato di portare a casa la vittoria ma Jovetic li ha gelati a due minuti dal termine.

I viola si sono portati in vantaggio con Gilardino al 9′: il bomber di Biella, ha sfruttato un bel cross di Vargas e tornando al gol dopo aver segnato solo nella prima giornata di campionato. Da quel momento, gli uomini di Delio Rossi hanno arretrato il loro raggio d’azione, permettendo all’ Atalanta di avanzare, dove però non hanno costruito veri pericoli alla porta di Boruc. In apertura di ripresa Schelotto ha sfiorato il pareggio di testa, imitato pochi minuti da Denis, sempre senza fortuna. E’ stato alla fine Masiello a firmare l’1-1 al 36′ con una gran conclusione da fuori area. Il pareggio non è bastato alla squadra di Colantuono, che si è portata a condurre grazie all’11a rete del “Tanque” Denis, dopo aver superato di testa Borus su traversone di Schelotto. Le emozioni sono continuate perché Jovetic ha firmato il pareggio finale a due minuti dal termine: sul gol del montenegrino c’è stato però lo spettro di un fallo di mano di De Silvestri. In virtù di questo risultato, le due squadre salgono a quota 17 punti

Dopo tre partite il Chievo è tornato al successo superando al Bentegodi il Cagliari per 2-0 nel primo anticipo della 16a giornata di Serie A. Per la squadra di Di Carlo è stata vittoria meritata e tre punti d’oro che consentono di allontanarsi dalla zona rossa. Hanno decidoso le reti di Thereau nel primo tempo e di Sardo nella ripresa.

I padroni di casa si sono resi subito pericolosi al 7′ con uno scatto di Thererau, ma Agazzi è attento. Paloschi, alla fine il migliore in campo, ha sfiorato il vantaggio al quarto d’ora, poi c’è stata la timida reazione degli uomini di Ballardini che si sono resi pericolosi con un colpo di testa di Ariaudo, al 27′. Per vedere il primo gol della partita sono occorsi 36′: Paloschi ha servito di testa il francese Thereau che con un preciso destro ha superato Agazzi. Sempre l’ex Anderlecht ha sfiorato poi la doppietta in apertura di ripresa, poi al 13′ il raddoppio dei veronesi: sempre Thereau protagonista che ha messo in mezzo dalla sinistra, Sardo ha anticipato tutti e battuto Agazzi per il 2-0. Pellissier ha spaventato la difesa sarda al 18′, ma il portiere rossoblù ha bloccato, quindi è toccato a Sorrentino blindare il risultato su un bel destro del belga  Nainggolan. Con questo risultato gli uomini di Di Carlo salgono a quota 19. Il Cagliari resta fermo a 18 e i tifosi cominciano a mormorare contro il loro presidente.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *