‘Formazione tecnica, padronanza della tecnologia e professionalizzazione’: la ricetta del buon osservatore del super esperto Luis Lainz

Ai tifosi italiani Lluis Lainz non dice molto, ma in Spagna, ed in particolare a Barcellona, è una specie di istituzione: ha fondato il primo ufficio scouting di un club professionistico, anni fa nel club azulgrana ed ora è  docente nella Escuela Nacional de Entrenadores de la RFEF.
In un interessante intervista al portale iberico zoomnews.es, Lainz racconta i passi per diventare un talent scout di successo nella quotatissima Spagna Campione del Mondo:

1) Solida formazione tecnica: “Bisogna prepararsi bene come allenatore calcistico, bastano tre anni per diventare tecnico nazionale (se prima si è istruttore base e tecnico regionale, ndr) e si puo’ ottenere l’attestato tramite la Federazione o attraverso le scuole. Entrambe le vie sono valide, ma esser un allenatore non significa esser pronto per lo scouting”

2) Padronanza delle nuove tecnologie: “Bisogna esser preparati tecnologicamente, con un pc fornito di DVD, una videocamera e un editor video si possono fare lavori di scoutung interessanti. Non sempre è necessario per un club spendere moltissimo: una societa professionistica puo’ mettere su uno staff con 4 tecnici, 4 videocamere e 4 pc. Niente di proibitivo”

3) Professionalizzazione: “Questo aspetto ha aperto molte possibilità nel mondo del calcio, c’è chi si dedica ai portieri, alla psicologia dei giocatori, alla preparazione fisica”

Una volta acquisite le giuste competenze resta il problema di trovare impiego, secondo l’esperto Lainz “anche nelle serie minori ci sono persone che si occupano di scouting, ad esempio il Barcellona B ha due scout e un altro lavora per le giovanili e studiano in maniera minuziosa la Segunda e la División de Honor.

Nato negli Stati Uniti per il Football e il Baseball lo scouting in Europa  si è diffuso a partire dal 1996, secondo Lluis Lainz i guadagni sono importanti a certi livelli: “Un buon osservatore in Spagna puo’ guadagnare 300 mila euro all’anno.

Fonte: footballscout24.it

Visite: 241

Lascia un commento