Europa League: Vaslui – Lazio 0-0 biancocelesti quasi fuori

lazio vaslui

La Lazio in questa Europa League ha fatto vedere che ormai sà vincere, e nel gelo di Romania ha confermato il trend: 0-0 che forse definitivamente complica il passaggio del turno. Serviva un miracolo, ma il tasso tecnico superiore anche in questo caso non è bastato, e in più continua la preoccupante involuzione di Cissè anche stasera deludente, con Reja imbestialito che lo ha richiamato nella ripresa.

La Lazio si è presentata in campo con la formazione che era prevista alla vigilia, con Cana al posto di Ledesma a centrocampo, e con in avanti Klose e Cissè alla ricerca della vittoria- Tra i romeni è mancato il protagonista dell’Olimpico, Wesley, ma c’è stato comunque Adailton, vecchia conoscenza del calcio italiano.

Fin dai primi minuti si è subito visto che lo spettacolo poteva essere un optional, visto la temperatura quasi glaciale (che orario geniale!!!). La Lazio è partita bene, con una bellissima palla di Gonzalez per Klose, che ha trovato il portiere molto bravo a chiudere lo specchio della porta al panzer tedesco. La partita è andata avanti a fiammate: in generale meglio la Lazio, ma la differenza nonostante i valori individuali è stata davvero minima, e anche Marchetti è stato chiamato a due parate difficili su occasioni per Sanmartean e Temwanjera. I biancocelesti hanno risposto, ma la partita alla fine non è decollata mai davvero. La Lazio ha si avuto maggior possesso del pallone, ma per quanto riguarda la concretezza I rumeni si sono fatti valere anche dal punto di vista agonistico, e anche troppo: tre giuste ammonizioni per i padroni di casa, contro una sola per la Lazio, comminata a un Hernanes decisamente sotto tono. Forse proprio qui sta la spiegazione della scarsa vena dei biancocelesti, Cissè si è impegnato, ma si è visto pure che è sempre più ossessionato dalla rete che non arriva più (ultimo gol proprio col Vaslui all’andata). Nella ripresa il Vaslui ha fatto più la partita e si è reso più pericoloso, i biancocelesti hanno puntato di più sul contropiede. Adailton si è reso insidioso con un paio di punizioni, la squadra di Reja ha continuato ha far fatica, e addirittura sembrava finita per la Lazio quando al 70′ i romeni hanno esultato per un gol di Tewanjera che l’arbitro però ha giustamente annullato.

Reja vedendo la squadra soffrire cosi, ha provato a cambiare qualcosa e per prima cosa ha sostituito un pallido (proprio cosi) Cisse con Rocchi, e la musica è sembrata subito cambiare. Pure Klose è sembrato più pimpante, e al 74′ ha creato una bellissima giocata dalla destra, ha crossato per Sculli che purtoppo ha sparato alto da posizione favorevole. All’84’ è stato il turno di Rocchi che si è reso pericoloso ma senza trovare lo specchio della porta. Finale all’arrembaggio, ma neanche chissà quanto con un Hernanes veramemte bulico che ha faticato a far correre il pallone e solo con qualche mischia c’è stata qualche fiammata, ma i rumeni si sono difesi bene. Al fischio finale è subito apparsa agli occhi dei calciatori della Lazio la fatica di un match che a livello ambientale ha comunque influito. E adesso per i biancocelesti sarà veramente dura qualificarsi, dovranno sperare non solo di battere un già comunque qualificato Sporting, ma dovranno anche mettersi nelle mani dello Zurigo, che è già eliminato e dovrà fermare il Vaslui. Una situazione che alla Lazio all’inizio neanche potevano immaginare.

Vaslui (4-2-3-1): Cerniauskas; Milanov, Papp, Farkas, Milisavljevic; Pavlovic, Gladstone (26′ st Zmeu); Adailton, Sanmartean, Buhaescu (12′ st Jovanovic); Temwanjera (44′ st Bello). A disp.: Puia, Costin, Balaur, Willian Gerlem. All.: Hizo

Lazio (4-3-1-2): Marchetti; Konko (41′ st Kozac), Diakité, Biava, Radu; Gonzalez, Cana, Lulic (13′ st Sculli); Hernanes; Klose, Cisse (26′ st Rocchi). A disp.: Bizzarri, Zauri, Zampa, Ledesma. All.: Reja

Abitro: Mazic (Ser)

Marcatori: //

Ammoniti: Temwanjera, Papp, Gladstone, Jovanovic (V), Hernanes, Radu (L)

Espulsi: //

Servizio di Antonio Cupparo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *