City, Balotelli ancora nei guai: un passante lo insulta

balotelli azione

Ultimamente non ne gira una a Mario Balotelli, che dopo l’esclusione dalla nazionale ad opera di Prandelli, la ramanzina di Roberto Mancini per il suo atteggiamento poco professionale e la conseguente multa ricevuta dal City per il lancio di freccette dalla finestra, ora deve anche sorbirsi gli insulti non propriamente delicati di qualche passante.

La sua fiammante Maserati poi sembra essere diventata quasi un porta-Sfortuna considerando che quando è in compagnia della sua automobile i problemi sembrano fiorire e moltiplicarsi senza sosta intorno a lui. Pochi giorni fa la supercar di Balotelli era stata presa di mira da alcuni delinquenti che avevano cominciato a colpirla con spranghe e sassi, danneggiandola in non pochi punti, mentre ieri l’attaccante del City si è confermato un guidatore ed un ragazzo un pò troppo distratto andando a sbattere contro un cartello stradale in pieno centro di Manchester. In questo caso la vettura di SuperMario ha riportato danni quasi impercettibili ma ci si è messo un passante ad apporre il carico da 12 alle ultime settimane già turbolente dell’attaccante, riservando al calciatore gestacci abbastanza eloquenti ed insulti poco fraintendibili raccontati oggi dal tabloid inglese “The Mirror”, con tanto di esplicita foto.

L’esperienza in Inghilterra dell’irrequito Balotelli prosegue quindi fra molti bassi e pochi alti, differentemente da quanto si era potuto credere quando il talentuoso SuperMario decise di abbandonare Milano per riservarsi un’esperienza che potesse farlo vivere con più tranquillità e maturare senza troppe pressioni. Inoltre larga parte della stampa d’oltremanica ormai prende costantemente di mira l’attaccante ex Inter, reo di avere un comportamento egoista e poco dedito alla squadra, cosa che in Inghilterra forse viene persino più criticata che qui. Probabilmente Balotelli e il suo procuratore Mino Raiola stanno meditando realmente di far ritorno in Italia il prima possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *