Bet Online: l’Over 2.5

L’over 2.5 rappresenta una delle tipologie di scommesse più utilizzate, perché le quote possono anche raggiungere il valore di 2, con discrete possibilità di realizzazione. Nel post odierno vedremo come scegliere in maniera più opportuna le partite, al fine di avere una buona efficienza del metodo, utilizzando i dati presenti sul sito www.prosoccer.eu. Sotto riportiamo i vari step per ricercare le puntate più efficaci.

IL PRONOSTICO (www.prosoccer.eu)

Una volta arrivati nella Home Page del sito, selezionare la giornata interessata (nel nostro caso Sat 03.12, vedi freccia rossa), cioè Sabato 3-12 (3 Dicembre).1

 

Andare su Under/Over (vedi sotto)

2

Per avere i pronostici ordinati per probabilità di realizzazione, andare su Over 2.5 (vedi sotto)

3

A questo punto, le partite saranno ordinate secondo la probabilità di realizzazione dell’Over 2.5; la tabella è molto semplice, e prevede 3 colonne (over 1.5, over 2.5 e over 3.5).

4

Nella figura sopra sono indicate:

  • Con la freccia rossala probabilità percentuale che la partita finisca con un Under 2.5.
  • Con la freccia blula probabilità percentuale che la partita finisca con un Over 2.5 (cioè quello che interessa a noi)
  • Con la freccia verdela quota dell’Under 2.5
  • Con la freccia nerala quota dell’Over 2.5 (cioè quello che interessa a noi)

Prima di andare oltre, ci tengo a soffermarmi sui pronostici del sito (cioè le probabilità delle prime 2 colonne indicate con le frecce); prosoccer.eu utilizza la Distribuzione di Poisson per stabilire il pronostico del risultato (0-0, 1-0, ecc.) e di conseguenza il numero di gol. Essendo un modello matematico, ha delle lacune relative alle variabili definite dalle formazioni, fattore campo e la differenza tecnica delle squadre. Per questo motivo, abbiamo deciso di utilizzare solo le partite dei 5 campionati TOP (Italia, Germania, Francia, Spagna e Inghilterra), perchè offrono pronostici più affidabili.

5

 

A questo link, potete scaricare il nostro foglio di calcolo che permette di semplificare le operazioni. Una volta arrivati alla schermata indicata nei passaggi precedenti, prendiamo ad esempio la partita Barcellona – Real Madrid: riportiamo la percentuale di probabilità di “Over 2.5” (cerchio blu, vedi figura sopra) sul foglio di calcolo (colonna gialla di destra), nel nostro caso 91. Poi riportiamo la quota “Over 2.5” (1.46, vedi cerchio nero) sulla colonna gialla di sinistra come in figura. A questo punto appariranno nelle colonne viola-arancione-blu dei numeri che stanno ad indicare il valore della quota (colonna blu) secondo il criterio delle Value Bet (questi dati ci servirà in un secondo momento).

cattura

Attenzione: le Quote riportate nel sito (cerchio nero e freccia nera) rappresentano una media di diversi Bookmaker, quindi consiglio di riportare direttamente nella tabella quella del Bookmaker di riferimento; riteniamo che il migliore in assoluto sia Pinnacle sport! Leggi la nostra recensione!

Nella tabella sopra, l’ultima colonna (quella rossa, con indicato ”Esito”) è da compilare con l’esito della partita: se sono stati fatti 3 o più gol, allora metteremo la quota, mentre se sono stati fatti 2, 1 o 0 gol, metteremo la cifra “0” (nel nostro caso la partita è finita 1-1, quindi riporteremo la quota 0).

 

STUDIO STATISTICO “OVER 2.5” AGGIORNATO AL 17/04/2017

Dopo aver descritto il metodo, andiamo ora a vedere i risultati della nostra sperimentazione e le relative varianti. Ricordiamo che le variabili per implementare le partite nel nostro metodo sono:

  • Puntata simbolica di 1 Euro
  • Partite dei campionati TOP (Serie A, Bundesliga, Legue1, Liga e Premier League)
  • Utilizzo pronostici sito prosoccer.eu
  • Utilizzare tutte le giocate con Percentuale superiore a 50%.

A differenza di altri metodi, non utilizzeremo solamente le Value Bet, ma tutte quelle con Percentuale superiore al 50%. Questa scelta è data da diverse sperimentazioni, che ci hanno portato a preferire questa strategia rispetto ad altre. Nella figura sotto potete vedere un estratto della nostra sperimentazione relativa al turno infrasettimanale di campionato che si è concluso il 6 Dicembre. Come potete vedere, l’efficienza della giornata è stata solamente dell’8%. Qui, potete scaricare l’intera sperimentazione di questa stagione (aggiornata alla data indicata sopra), che presenta un’efficienza totale dello 0% con un numero elevatissimo di dati (734) e per una parte considerevole del campionato (Settembre-Aprile). Ovviamente l’efficacia nulla (0%) sconsiglia di utilizzare questa strategia, ma è possibile migliorarla? Ovviamente SI, e vedremo come nel paragrafo successivo.

giornata-esempio

VARIANTE, AGGIORNATA AL 17/04/2017

La prima variante che andremo a proporre è quella successiva ad un approfondimento statistico (tramite linea di tendenza) che ci ha permesso di comprendere che minori sono le Probabilità percentuali (colonna gialla di sinistra della nostra tabella di calcolo) nel nostro range di lavoro (50%-100%) e maggiore è il rendimento del metodo; questo ci permette di portare l’efficienza dallo 0% al 15% (79 partite). Semplificando, possiamo affermare che più le probabilità si avvicinano al 50% (rimanendo comunque sopra tale cifra) e maggiore è l’efficienza del metodo; in particolar modo, utilizzando solamente le Percentuali del 54%
Ma com’è possibile spiegare questo risultato? Come mai proprio a queste percentuali si ottiene il rendimento massimo? Mi permetto di fare un’ipotesi….l’over 2.5 è un risultato estremamente difficile da pronosticare, quindi è presumibile ipotizzare che sia più facile avere un rendimento elevato quando le quote sono medio alte e le probabilità comunque superiori al 50%, cioè nelle condizioni indicate sopra. Ma è possibile avere un ulteriore miglioramento selezionando altre variabili? I dati in nostro possesso, ci dicono che se si utilizzano solamente le partite con Percentuali del 54% (come sopra) e quote comprese tra  1.44 e 2, l’efficienza sale fino al 29%, ma con un numero di dati ancora relativamente esiguo (57).

Ma l’aspetto più evidente di questa sperimentazione, a mio parere è dato dall’andamento stagionale di tutti i dati che abbiamo rilevato (per intenderci, le 734 partite totali analizzate); ricordo che avevamo già parlato di stagionalità delle scommesse  nell’articolo dedicato alle  Value Bet.

Nel grafico sopra, abbiamo riportato la media mobile (su 81 dati alla volta) del rendimento percentuale con il passare delle partite (cioè della stagione). Premetto che ho usato la media mobile, perchè permette di avere una maggior facilità della lettura dell’andamento dei dati. Com’è possibile vedere, la nostra sperimentazione ha riscontrato dati in attivo fino a metà Dicembre, per poi calare nella fase invernale, riprendere un picco da metà Febbraio e riassestandosi ancora intorno allo zero nell’ultimo periodo di stagione. Questo andamento riportato nel grafico, a mio parere fornisce non solo un “consiglio” utile su quando utilizzare questo metodoma dà indicazioni interessanti per l’utilizzo dell’Over 2.5 in generale

Ma come interpretare questi dati? Sicuramente ad una prima analisi si potrebbe dire che l’efficienza è maggiore nei periodi in cui si giocano le Coppe Europee e le qualificazioni per le Nazionali, ed è tanto evidente, in quelle fasi in cui le squadre impegnate in Europa sono tante. Ovviamente solo un confronto con i dati della prossima stagione (2017/2018) potrà chiarire se le nostre considerazioni sono più o meno esatte.

Per rimanere sempre aggiornati sull’efficienza dei nostri metodi e per essere informati quando ne pubblicheremo di nuovi, iscrivetevi sotto alla nostra newsletter. NO spam (lo odiamo quanto voi)! Dopo aver inserito il tuo indirizzo e-mail, controlla nella tua casella di posta se ti è arrivata la mail di conferma (a volte arriva nella casella OFFERTE o PROMOZIONI).

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required


Per leggere tutte le altre nostre strategie sul betting online, vai alla nostra pagina principale sulle scommesse!!

 

BIBLIOGRAFIA ESSENZIALE

Autore dell’articolo: Luca Melli (melsh76@libero.it)

11 Responses to Bet Online: l’Over 2.5

  1. Marco ha detto:

    Sto tentando di provare il vostro metodo che trovo molto interessante però ho un problema, quando riporto i valori su excel nella colonna DIFFERENZA esce scritto “valore” invece nella colonna DIFF % ci sono solo asterischi, cosa sbaglio??

    • melsh76 ha detto:

      Ciao Marco,
      per separare le unità dai decimali, devi usare la virgola e non il punto.
      In questo modo, la tabella dovrebbe funzionare bene.

  2. Mrio ha detto:

    Ho letto i vostro metodo.
    Vorrei sapere in parole povere…la media degli overdose presi.
    Su 10 overdose pronosticati…quanti sono quelli presi?

  3. Mrio ha detto:

    Mi riferivo ovviamente agli over…colpa del completamento automatico del cellulare. ..scusate

  4. melsh76 ha detto:

    Ciao Mirio,
    in media, a lungo termine se ne prendono 2 su 3; quello che conta credo che sia comunque il rendimento (Ritorno dell’investimento) del metodo (in questo caso la VARIANTE 1) che è del 20-30% in questo momento della stagione. In questo post, comunque puoi scaricare l’esito di tutta la sperimentazione e di tutte le varianti.

  5. Amedeo ha detto:

    Buongiorno,molto interessante la vostra sperimentazione,l’unico dubbio che mi viene è la formula che utilizzate per calcolare la differenza percentuale tra quota book e quella effettiva,dai miei calcoli la formula corretta sarebbe =(cella quota-cella effettivo)/cella effettivo e non =(cella differenza/cella quota)*100.Tra l’altro il mio calcolo corrisponde a quello di siti di betcalcvalue.Sbaglio io?.Grazie e complimenti per il vostro sito.

    • melsh76 ha detto:

      Ciao Amedeo,
      la formula che uso io è diversa da quella dei siti che calcolano il value bet. Fondamentalmente nei siti di value bet, la differenza tra le quote (cella quota-cella effettivo) viene divisa per la cella EFFETTIVA, mentre io la stessa differenza la divido per la cella QUOTA. Fondamentalmente, con i miei calcoli il valore (cioè il diff%) risulta inferiore perché è diviso per un numero più grande (cioè la quota e non l’effettivo)….anche se quando il valore (diff%) è positivo, lo è per entrambe i metodi, e quando è negativo, lo è per entrambi i metodi. Alla fine, non credo esista un metodo migliore dell’altro; l’importante è usare sempre lo stesso metodo quando si fanno le analisi statistiche e non confrontare analisi fatte con 2 metodi diversi.

  6. Gianni ha detto:

    Ciao
    il metodo e’ molto interessante e penso che lo testero’.
    L’unica differenza e’ che giochero’ solamente le quote uguali o superiori a 2 per aumentare il roi, e dal momento che gioco prevalentemente su betfair aspettero’ una decina di min in modo che la quota over si alzi ulteriormente.
    Che ne pensi?

    ciao e complimenti per l’articolo.

    • melsh76 ha detto:

      Ciao Gianni,
      la variante che proponi è interessante, e la validità può essere provata solo dopo un pò di sperimentazione. Sicuramente ha senso giocare gli over solo con quote medio alte, visto che è più difficile stabilire le probabilità di riuscita rispetto all’1X2. In ogni modo, a mio parere, in molte partite che poi finiscono con l’over, i gol vengono fatti proprio nei primi minuti. Ciao e grazie per i complimenti!

  7. Pippo ha detto:

    Ciao. Il sito prosoccer no va. Qualche altro sito per provare il metodo?

    • melsh76 ha detto:

      Ciao Pippo,
      in effetti è da un pò che prosoccer.eu è offline. Sinceramente non saprei che altro sito suggerirti, anche perchè sugli altri non ho fatto nessuna sperimentazione, quindi non saprei se ritenerli utili o meno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *