Come comporre un articolo

Un articolo è principalmente un testo che informa su una notizia, che racconta un fatto, cercando di esporre il maggior numero di elementi necessari a capirlo; può essere più o meno lungo, a seconda dell’importanza della vicenda descritta, ma deve mettere in grado il lettore di comprendere chiaramente il tema trattato.

Alcuni consigli in “pillole” da MisterManager.it:

  • Gli articoli non devono superare le 1500 parole; il limite di spazio (1500 parole) richiede una scrittura essenziale e concentrata sui contenuti e le informazioni fondamentali, evitando e/o riducendo al minimo: frasi troppo lunghe, avverbi (specialmente quelli di modo, come appunto “specialmente”), aggettivi, chiarimenti non necessari;
  • Scrivete di calcio a 360 gradi, scegliendo le varie categorie presenti,su ciò che vi appassiona di più, o conoscete meglio. Per articoli non prettamente inerenti agli aspetti tattici e tecnici (settore giovanile, calciomercato, tifosi, gossip, campionati Nazionali ed esteri, altre discipline come Calcio a 5, Beach Soccer, ecc.), utilizzate la categoria “Articoli” scegliendo una delle sue sottocategorie presenti.
  • I soggetti di cui parlate devono avere nome, cognome e qualifica;
  • É preferibile che la prima parola di ogni frase compiuta sia un nome proprio di persona o di oggetto;
  • Le frasi all’interno dei singoli paragrafi devono essere brevi.

MisterManager.it Vi propone alcuni consigli per scrivere un testo in stile giornalistico:

Fase 1. Collocazione dell’articolo

prima di scrivere un articolo si deve decidere in quale categoria, tra quelle disponibili, collocarlo.

Fase 2. Raccolta delle notizie

Le fonti da cui trarre le informazioni possono essere agenzie di stampa e altri siti web.

Fase 3. Preparazione della scaletta

Dopo aver raccolto le notizie, si prepara una scaletta dei temi da trattare per chiarire l’argomento, ponendoli nell’ordine in cui si vogliono presentare al lettore, con una concatenazione logica che leghi i vari punti tra loro.

L’ordine della struttura dell’articolo dovrebbe rispettare lo schema classico, diviso in tre parti: l’inizio (detto anche «attacco» o lead, cioè l’introduzione), lo sviluppo e la conclusione, o «chiusura».

Fase 4. Svolgimento

Nel testo che si costruisce per sviluppare l’argomento vi dovrebbe essere una chiara distinzione tra la presentazione dei fatti e quella delle opinioni e dei diversi punti di vista sull’argomento.

È bene tenere presente che una visione soggettiva dei fatti può essere molto interessante, in quanto più coinvolgente e partecipata, purché si fondi su elementi certi e documentabili.

Gli articoli devono riportare i fatti in modo chiaro ed esauriente. Secondo il modello classico, derivato dal giornalismo anglosassone, l’articolo deve contenere, fin dall’inizio, le risposte alle cinque W, le iniziali delle seguenti parole inglesi, corrispondenti ad altrettante domande:

– Who? (chi?): chi sono i personaggi coinvolti?

– What? (che cosa?): che cosa è accaduto?

– Where? (dove?): dove si è svolto il fatto?

– When? (quando?): quando si è verificato il fatto?

– Why? (perché?): quali sono le cause che hanno provocato o favorito il fatto?

Fase 5. Scelta del titolo

Al titolo è affidato il compito di far capire immediatamente l’argomento trattato e di invogliare alla lettura dell’articolo: è quindi un elemento importante, a cui prestare molta attenzione.

Sotto il titolo in genere vi è il sommario, formato da diverse righe, che ha il compito di chiarire l’argomento trattato, riportando in sintesi le informazioni più importanti contenute nell’articolo.

La scelta del titolo viene fatta in genere ad articolo concluso, quando sono chiari tutti gli elementi presenti del testo, in modo da essere ben sicuri che il titolo corrisponda a ciò che si è scritto.

Per attirare l’attenzione del lettore, il titolo deve coinvolgerlo emotivamente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *