Aquilani: “Juve-Roma? Se segno non esulto”.

Ad una settimana dalla supersfida che la sua Juventus affronterà con la Roma in campionato, Alberto Aquilani si sbilancia e dichiara senza mezzi termini: “Se segno alla Roma non esulto.” Con queste parole il centrocampista bianconero dimostra ancora tutto il suo amore verso i colori giallorossi, non escludendo peraltro un possibile futuro ritorno al club romanista, squadra in cui è cresciuto calcisticamente e di cui è acceso tifoso fin da bambino.

Dal ritiro azzurro di Coverciano dove la Nazionale italiana sta preparando la partita di martedì prossimo contro l’Ucraina, Aquilani parla del suo presente juventino e del suo futuro dalle tinte ancora incerte, considerando che il club bianconero difficilmente lo riscatterà dal Liverpool (per via di un cartellino piuttosto costoso e di un rendimento finora troppo altalenante). Proprio riguardo la Roma Aquilani dichiara convinto: “Credo sia difficile tornare lì, magari in futuro, considerando che nel calcio ci sono molti fattori imponderabili..Se mi chiamassero risponderei prontamente! Montella? è bello vederlo allenatore, credo abbia un grande potenziale ed un futuro, gli auguro, ricco di soddisfazioni come tecnico. Nello spogliatoio era mio vicino di posto e già a quei tempi si capiva che aveva tutte le carte in regola per allenare: grinta, personalità e grandi capacità aggregative. Indubbiamente per me la sfida con la Roma avrà un sapore diverso e sarà una gara molto delicata sotto l’aspetto emozionale.”

Ultima domanda dei giornalisti perfettamente condivisibile poi, che chiosano l’intervista chiedendo che tipo di accoglienza Aquilani si aspetti all’Olimpico da parte dei suoi ex tifosi: “Vorrei mi accogliessero con affetto, ma nel calcio nulla è dato a priori considerando che anche grandi campioni sono stati criticati e fischiati al ritorno nel loro stadio “d’origine”. Spero sia una bella giornata anche se non so se sarà così.” Il tifo romano si sa è rigorosamente caldo e genuino fino all’ennesima potenza, per Aquilani sarà particolarmente rovente o riuscirà a cavarsela e ad uscire indenne dalla bolgia capitolina?

Alessia Tonti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *