Analisi di alcune azioni di palla inattiva (41 giornata di Serie B)

Schermata 2014-05-27 alle 10.27.33

William Hill Italiano

Finita la Serie A, la penultima giornata di Serie B ha integrato altri verdetti alla già sancita promozione del Palermo invitandoci all’analisi di alcune situazioni di palla inattiva a scopo puramente didattico.

In sequenza nel video:

  • Carpi – Virtus Lanciano: punizione laterale calciata da Mammarella, Carpi a difendere con tutta la squadra e Lanciano con otto giocatori coinvolti (uno a calciare, tre che faranno copertura preventiva fintando l’attacco alla porta e quattro impegnati nel gioco aereo). Deviazione di Amenta e parata di Colombi, estremo emiliano.
  • Avellino – Reggina: punizione centrale. si nota una barriera sistemata maldestramente. Calcia Ciano e segna piazzando la palla sul primo palo facendo passare il pallone proprio tra il distaccamento della barriera.
  • Brescia – Juve Stabia: il gol di testa di Doukara che si smarca con personalità e la giusta cattiveria agonistica, andando a realizzare di testa su azione di calcio d’angolo diretto.
  • Ancora Carpi – Virtus Lanciano: originale combinazione a due su calcio d’angolo che produce un cross ad uscire sul primo palo sul quale si avventa Thiam che realizza di testa.
  • Cesena – Latina: quando cala la concentrazione a risultato già acquisito! Punizione laterale da sinistra calciata con parabola ad uscire; tre giocatori del Cesena contro sette del Latina e rete che accorcia le distanze dei romagnoli con Cascione  completamente libero di agire!
  • Ternana – Palermo: punizione centrale diretta realizzata da Rispoli aiutato anche da un errato posizionamento del portiere e da un blocco (discutibile ma determinante), di un compagno a contrastare l’avversario che voleva negargli la conclusione.

 

A cura di Claudio Damiani, coach, match & video analyst

vm-logo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *